Casteggio

Presentazione del libro
Int u segnu

Riprendono gl’incontri con l’autore alla Certosa Cantù di Casteggio. Domenica 11 ottobre p.v. alle ore 17.30 verrà presentato il libro:

INT U SEGNU

Guaritori popolari e pratiche magiche nelle Quattro province Edito a cura dell’Associazione Culturale Baraban
[br]
Saranno presenti gli autori: Aurelio Citelli, Giuliano Grasso, Alberto Rovelli e Marco Savini. Al termine della presentazione sarà offerto un piccolo aperitivo.
[br]
Scheda libro

Int u segnu (“dentro il segno”, “nel segno”) e il DVD Vedere i segni documentano per la prima volta e in modo organico, relativamente all’area appenninica delle Quattro province, la cultura dei segni, quell’universo ancora poco indagato di pratiche e credenze legate “al mondo magico” che, sebbene in declino, esprime una vitalità e un radicamento inaspettati.
Frutto di una ricerca avviata nel 2010 in Oltrepò Pavese dall’Associazione Culturale Baraban in collaborazione con la Fondazione per lo Sviluppo dell’Oltrepò Pavese, Comune di Brallo di Pregola, Comune di Varzi, Istituto Comprensivo “Ferrari” e IPSIA “Calvi”, per Il REIL (Registro dell’Eredità Immateriali Lombarde, promosso da Regione Lombardia), di un’analoga indagine, svolta negli anni Novanta da Aurelio Citelli e Giuliano Grasso nelle valli piacentine – i cui esiti, inediti, vengono ora parzialmente pubblicati -, e di una ricerca sulla medicina e il mondo popolare compiuta da Marco Savini nell’Alessandrino, Int u segnu mette in luce come, seppur in un contesto socioculturale impoverito, le pratiche di etnomedicina costituiscono, ancora oggi, una delle forme organizzative per la difesa della salute e un importante tassello della cultura immateriale delle Quattro province.[br]
Oltre 100 persone intervistate – madgon, parenti di curatrici, pazienti, medici, farmacisti eoperatori-sociosanitari – in tutto l’Oltrepò montano e collinare, si sono aggiunte le informazioni raccolte attraverso un’indagine a tappeto realizzata negli istituti scolastici della’area montana.[br]
Oltre a ricostruire il panorama dei guaritori ancora in attività, raccogliere testimonianze di madgon e strion del passato, il volume compie una ricognizione delle patologie curate e delle terapie adottate documentando, anche visivamente, gesti e formule magiche.
Int u segnu esplora anche strade meno consuete, tentando un primo confronto tra cure popolari, medicina ufficiale e discipline di guarigione “altre”.